mercoledì 3 luglio 2013

Premio Sakharov; Vattimo: Posizione Ue su Cuba dovrebbe essere abbandonata

STRASBURGO, 3 LUG - L'Eurodeputato Gianni Vattimo è uscito oggi dall'aula plenaria del Parlamento europeo di Strasburgo gridando "viva Castro" e salutando con il pugno chiuso in segno di protesta durante la consegna del premio Sakharov per la libertà di pensiero a Guillermo Fariñas, attivista e dissidente cubano. "Fariñas merita il premio per aver difeso coerentemente, e con il metodo non violento dello sciopero della fame, le proprie idee"- spiega Vattimo - "ma la causa per cui si batteva non può essere adottata cosi pedissequamente dall'Unione Europea, come appariva dalla motivazione del premio (ndr: risalente al 2010) letta in aula dal Vicepresidente Pittella. La considerazione di Cuba come uno stato totalitario - conclude - è una posizione atlantica e oltranzista che l'Unione Europea dovrebbe al più presto abbandonare". 


2 commenti:

Vincenzo Pisano ha detto...

Il regime castrista, con i suoi anacronismi, andrebbe conservato sotto il patrocinio dell'UNESCO insieme a quello nordcoreano, per farlo essere un "fossile vivente" di cosa sia il socialismo reale.
Al pari di una certa natura vergine conservata dai parchi naturali e certi siti storici, artistici e naturalistici protetti appunto dall'UNESCO, il regime castrista, a partire dalla case luride di L'Havana e dalle auto americane degli anni '50 che ancora vi circolano, va tutelato, come le danze per la pioggia che fanno i nativi americani per i turisti che visitano le loro riserve.
Vattimo ha ragione: la UE ha ben poco da temere da un fossile vivente. Anzi, dovrebbe preservarlo, a vantaggio delle future generazioni.

rafael navarro ha detto...

Muy bien Gianni, eso es lo que debe hacer un buen político, defender a Cuba y su sistema socialista, por que el socialismo es el futuro. Que nadie intente comparar a Fariñas con la libertad, eso es falso, el anacronismo esta en el capitalismo, ya desfasado que solo causa muerte, desesperación y crisis. Dadle el premio Sakharov a Berlusconi y así todo será mas bonito y todos reiremos.