giovedì 9 aprile 2009

Far capire a tutti in che situazione siamo - la proposta di Chiara





Posso cominciare avanzando questa idea.
Cioè, più che un'idea è quello che secondo me dovrebbe essere il primo passo: io non so come funzioni esattamente al parlamento Europeo, ma direi che la cosa più urgente (dato che in Italia sembra che nessuno voglia ascoltare) è far capire a tutti in che situazione siamo.
Fino a che all'estero considereranno Berlusconi solo come una simpatica macchietta e non per ciò che realmente è non potremo fare nulla. Portare, con prove alla mano, le maggiori contraddizioni a cui stiamo assistendo e a cui abbiamo assistito: in primis lo scempio che si sta facendo della Costituzione.

°-°-°-°-°-°

"È come se tutti si fossero tacitamente accordati per vivere in uno stato di perenne illusione. Al diavolo la realtà! Dateci un bel po’ di belle stradine serpeggianti e di casette dipinte di bianco, rosa e celeste; fateci essere tutti buoni consumatori, fateci avere un bel senso di Appartenenza e allevare i figli in un bagno di sentimentalismo […] e se mai la buona vecchia realtà dovesse venire a galla e farci bu!, ci daremo un gran da fare per fingere che non sia accaduto affatto.”
(tratto da Revolutionary Road, di Richard Yates)

Saluti,


Chiara

1 commento:

Anam ha detto...

sono profondamente d' accordo... Bisognerebbe far girare un pò più d'informazione in Europa e direi anche in Italia... Deve essere informazione vera, spesso ho l'impressione che neanche gli italiani sappiano bene cosa combina quell'uomo... Trasparenza e informazione sia in Europa che in Italia.