sabato 17 aprile 2010

Notizie al veleno. Recensione de "Verità avvelenata", di Franca D'Agostini

L'espresso, 16 aprile 2010
Notizie al veleno

Ci sono libri ai quali ci si appassiona simpatizzando con il loro ritmo narrativo e le loro tesi, e che poi svelano un loro veleno 'in cauda'. Di questo tipo è l'ultimo libro di Franca D'Agostini, una delle filosofe italiane che più ammiriamo, docente di Filosofia della scienza al politecnico di Torino e autrice di studi fondamentali sul pensiero contemporaneo, attenti soprattutto ai rapporti fra la tradizione filosofica anglosassone e quella 'continentale'. Anche il libro sulla 'Verità avvelenata' ha da fare con gli studi dell'autrice su queste due tradizioni, con una marcata preferenza per uno stile argomentativo anglosassone. Per qualcuno questo non è un complimento, senza necessariamente che ciò significhi stare dalla parte di chi 'avvelena i pozzi', e cioè getta sulla stessa nozione di verità un sospetto che impedisce ogni ricorso all'argomentazione razionale nel campo così decisivo per tutti noi che è la politica.
L'accurata analisi, che l'autrice conduce, dei molteplici argomenti ingannevoli a cui siamo esposti è anche una succosa fenomenologia della nostra sfera pubblica. E la grande attrattiva del lavoro consiste proprio nel presentare vivacemente questo panorama di esempi ordinandoli nel quadro della teoria dell'argomentazione.
Il lettore più sensibile alla 'scuola del sospetto' preferita da molte scuole filosofiche 'continentali' non può fare a meno di domandarsi se la decostruzione delle fallacie con cui da tante parti si cerca di ingannarci sia un via efficace per liberarci dai veleni del'errore accedendo al terreno della 'verità'. Possiamo augurarcelo, ma non ci pare di avere troppi argomenti per crederlo.
Gianni Vattimo

Verità avvelenata. Buoni e cattivi nel dibattito pubblico
Franca D'Agostini
15,00 euro
2010 Bollati Boringhieri
Collana: Temi

2 commenti:

ASD no profit Pentathlon Fitness ha detto...

Purtroppo più vado avanti e più faccio fatica ad accogliere il termine "verità". Mi rendo conto di voler anche io dire "addio alla verità", ma nonostante tutto l'uomo , che non è ancora oltreuomo, fatto di "mentalità metafisica" non riesce a ragionare senza l'idea regolativa di "verità". Ed ecco Franca D'Agostini tornare a parlarci di verità in un mondo in cui tutti vorrebbero la verità (solo perché siamo stati abituati da piccoli) ma alla fine questo mondo di oggi è mandato avanti solo da "accordi".
E scopro con mia sorpresa che molti giovani accusano i filosofi di oggi di averli privati della verità, come mi sta accadendo in una discussione su facebook dal titolo "Gesù Cristo alle orini del relativismo", dove io contro tutti, come in un tribunale, devo giustificare i "filosofi di oggi", tra cui anche te, caro Gianni.

Indirizzo della discussione summenzionata:
http://www.facebook.com/home.php?#!/topic.php?uid=98250567538&topic=13493

(aprire pagina delle discussioni)

ASD no profit Pentathlon Fitness ha detto...

post precedente a firma di Giovanni Schiava