mercoledì 9 giugno 2010

Interrogazione sulle dichiarazioni recenti sulla pedofilia da parte di autorità cattoliche

Interrogazione alla Commissione
O-0058/10
Oggetto: Dichiarazioni recenti sulla pedofilia da parte di autorità cattoliche
INTERROGAZIONE ORALE CON DISCUSSIONE a norma dell'articolo 115 del regolamento di Baroness Sarah Ludford, Renate Weber, Sophia in 't Veld, Leonidas Donskis, Gianni Vattimo, Cecilia Wikström, Ivo Vajgl, Jelko Kacin, Nathalie Griesbeck, Ramon Tremosa i Balcells, Sonia Alfano, Charles Goerens, Olle Schmidt, Jeanine Hennis-Plasschaert, Alexander Alvaro, Louis Michel, Kristiina Ojuland, Frédérique Ries, Marietje Schaake, Nadja Hirsch, Alexandra Thein, Antonyia Parvanova, Niccolò Rinaldi, Anneli Jäätteenmäki e Luigi de Magistris, a nome del gruppo ALDE alla Commissione
6 maggio 2010

L'Unione europea e i suoi Stati membri attribuiscono una enorme importanza alla protezione dei minori da abusi e violenze e, in particolare, da atti di pedofilia. La Commissione ha di recente elaborato una proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pedopornografia (COM(2010)0094) - 2010/0064(COD)), sulla base della decisione quadro 2004/68/GAI(1) concernente la stessa questione. Considerando quanto sopra, vittime di tutto il mondo hanno denunciato numerosi atti di pedofilia da parte di sacerdoti, spingendo alle dimissioni di numerosi esponenti di alto rango della Chiesa cattolica e provocando l'apertura di indagini penali in molti Stati. Al contempo, nei confronti della della gerarchia vaticana, sono state formulate accuse di complicità e occultamento , che devono ancora essere esaminate e chiarite. Nello stesso contesto, il cardinale Bertone, Segretario di Stato della Santa Sede, ha dichiarato che esiste una "relazione tra omosessualità e pedofilia"(2), mentre un rappresentante della Chiesa ha paragonato all'antisemitismo(3) le critiche rivolte al Papa mentre altri ancora hanno minimizzato la gravità di tali eventi(4).
Intende la Commissione condannare risolutamente gli atti di pedofilia nonché le dichiarazioni oltraggiose rilasciate da alte figure ecclesiastiche che da una parte accostano erroneamente omosessualità e pedofilia e dall'altra paragonano le accuse all'antisemitismo? Intende esprimere immediatamente e ufficialmente la sua preoccupazione alle autorità della Sante Sede, nonché sollevare la questione in occasione della riunione ad alto livello con i leader religiosi a maggio? Intende adottare iniziative per garantire che i reati di pedofilia, inclusi quelli commessi da sacerdoti, siano portati in tribunale e che i diritti delle vittime siano tutelati rispetto a qualsiasi tentativo di occultare o frapporre ostacoli, in connessione con specifiche situazioni giuridiche degli individui coinvolti?

(1)
GU L 13 del 20.1.2004, pag. 44.
(2)
Dichiarazione in spagnolo del Cardinale Bertone: http://www.dailymotion.com/video/xcxxr5_le-dichiarazioni-del-cardinale-bert_news
(3)
Monsignor Giacomo Babini, Vescovo emerito, ha dichiarato che, a suo avviso, dietro le critiche alla Chiesa vi era un "attacco sionista"; Padre Raniero Cantalamessa, predicatore del Papa, nelle sue riflessioni del Venerdì Santo in presenza di Papa Benedetto in Vaticano, ha paragonato gli attacchi contro Sua Santità concernenti l'occultamento di atti di pedofilia agli "aspetti più vergognosi dell'antisemitismo".
(4)
Dichiarazione del Cardinale Franc Rode, , http://www.vecernji.hr/vijesti/hajkom-pedofilskim-aferama-katolicku-crkvu-zele-unistiti-clanak-120926

Nessun commento: